Volontariato Ticino
Notizie

Volontariato in ambito museale

Su richiesta dell’Associazione dei musei svizzeri abbiamo animato un workshop sul volontariato in ambito museale che si è tenuto il 3 dicembre 2019 a Bellinzona.

 

Erano presenti numerosi responsabili di strutture museali del Ticino con i quali abbiamo approfondito le opportunità che offre il volontariato, le condizioni quadro e gli aspetti ai quali bisogna prestare attenzione per favorire un proficuo inserimento delle risorse volontarie in un’ottica di complementarietà con il lavoro dei professionisti.

 

Per le piccole strutture il volontariato è fondamentale e molte attività non potrebbero essere assicurate senza questo apporto. I volontari rappresentano un valore aggiunto sia a livello operativo sia progettuale, contribuendo a far conoscere le attività e le iniziative delle strutture museali.

 

I volontari possono essere inseriti in diversi campi di attività del museo. I compiti sono scelti, da un lato, in base agli interessi e alle competenze dei volontari, dall’altro per venire incontro alle esigenze del museo.

 

Riportiamo dal sito dell’associazione dei musei svizzeri:

Alcuni esempi di possibile collaborazione:

– amministrazione – ricevimento – assistenza ai visitatori e sorveglianza – comunicazione – raccolta e documentazione – restauro e conservazione – attività progettuali – supporto nel marketing e nella raccolta fondi – crowdsourcing (esternalizzazione di attività secondarie a gruppi di volontari, ad esempio tramite internet) – portavoce/influencer (diffusione delle proposte del museo tramite i social media) – ecc.

 

Alcuni esempi di casi concreti in Ticino:


Museo di Val Verzasca, Sonogno Il comitato del Museo di Val Verzasca è composto da membri non retribuiti con differenti competenze. Ognuno di loro porta avanti volontariamente delle attività in favore del museo, ciascuno nell’ambito che gli è più congeniale. Con l’aiuto di altri volontari, il consiglio direttivo svolge attività di redazione, ricerca, conservazione, allestimento di mostre, comunicazione, networking e anche compiti amministrativi. Il consiglio è molto attivo, poiché ogni membro ha un proprio compito e sa che ogni aiuto che fornisce è importante. L’ambiente di lavoro è molto stimolante: tutti si adoperano per il bene del museo.

 

Museo storico etnografico della Valle di Blenio, Lottigna Il museo di Lottigna ha potuto beneficiare delle competenze di una restauratrice e conservatrice esterna specializzata nella lavorazione dei pellami. Aveva contattato il museo per offrire le sue conoscenze specialistiche come collaboratrice volontaria per restaurare un mantice da fabbro, avendo notato che l’oggetto aveva bisogno di essere rimesso a posto. Non solo ha restaurato il mantice, ma ha anche fornito chiare indicazioni ai collaboratori del museo affinché potessero provvedere in futuro al restauro di questo e di altri oggetti delicati. La collaborazione prosegue ancora, dato che questa volontaria ha deciso di visitare regolarmente il museo.

 

www.museums.ch

..
30 Maggio 2020